Intervista

TPP senza gli Stati Uniti: il Pacifico è pronto a rinunciare alla guida americana?

L’analisi del Professor Paolo Guerrieri, Università La Sapienza, sulle prospettive di un TPP (Trans Pacific Partnership) senza la partecipazione degli Stati Uniti

di Andrea Battistone su L’Indro

 

Il Transpacific Partnership (TPP), l’accordo multilaterale di libero scambio fra gli Stati Uniti e undici nazioni dell’Asia e dell’America, può ritornare in vita. Nei primi mesi del 2017 il neoinsediato Presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva annunciato il ritiro degli Usa dall’intesa, ritenuta dannosa per l’occupazione e le imprese americane, infliggendo all’accordo un colpo che rischiava di essere fatale. A distanza di meno di un anno, gli undici Stati che avevano preso parte al TPP, nel corso del vertice dell’Asia Pacific Economic Cooperation (APEC) tenutosi in Vietnam l’11 novembre, hanno deciso di mantenere l’accordo. Una scelta forte con cui gli Stati firmatari dell’originario TPP mirano a superare il disorientamento dovuto al ritiro strategico degli Stati Uniti nella regione e a smarcarsi dalla crescente influenza della Cina nell’area.

 

Leggi l’articolo: tpp-senza-gli-stati-uniti-il-pacifico-e-pronto-a-rinunciare-alla-guida-americana

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on TumblrPin on PinterestShare on Reddit