Intervento al dibattito

Capital Does Have a Nationality. Are We Headed for a De–globalisation?

Europe and the World – XXVII Economic Forum

 

Per anni, ci è stato detto che il capitale non conosce confini e che non ha importanza chi possiede grandi impianti di produzione, società di energia, di telecomunicazioni, banche o consulenze. In termini di potenziale economico, la Polonia è il sesto paese più grande dell’Unione europea, ma la struttura dell’economia lo rende dipendente dal capitale straniero: più della metà delle esportazioni polacche sono generate da società con capitale straniero. Ma non è solo il problema della Polonia. L’Europa occidentale ha visto un aumento senza precedenti nelle forze nazionali, chiedendo il protezionismo economico. Negli Stati Uniti, Donald Trump ha vinto le elezioni presidenziali sulla promessa di rindustrializzare l’America e di riportare i lavori di fabbricazione che sono stati fortemente trasferiti in Asia negli ultimi 20 anni per ridurre i costi. Ci stiamo dirigendo verso la de-globalizzazione?

 

Programma completo: 2017 Program ANG_int LIGHT (v. pag 122)

 

 

Stary Dom Zdrojowy, Building E – Restauracyjna, Krynica (PL)

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on TumblrPin on PinterestShare on Reddit